Phillacolor
Tintura a caldo

COME USARE I COLORANTI NATURALI ” DYE ” PER TINTURA PHILLACOLOR

Metodo di tintura ” Tradizionale “ ad immersione a temperatura dai 40° agli 80.
Acqua necessaria notevole. I coloranti naturali “DYE ” sono adatti a tingere tutti i materiali al 100% di origine naturale, animale e vegetale, come lana, seta, cotone e lino, mentre sono sconsigliati per tingere materiali sintetici.
La tintura può essere fatta su fibre, filati, tessuti, indumenti e manufatti tessili.
Per la preparazione del tessuto o/e  manufatto da tingere vedi: istruzione  mordenzatura.

s

La Mordenzatura

Prima di eseguire qualsiasi procedura di tintura è necessario preparare i tessuti seguendo  le istruzioni sulla “Mordenzatura”. Clicca su questo banner per visualizzare le istruzioni.

COME USARE I COLORANTI NATURALI PER TINTURA PHILLACOLOR
Tingere con i concentrati di colore φhillacolor è semplice, per utilizzarli al meglio vi consigliamo di visualizzare il tutorial come usare i coloranti naturali per tintura e successivamente seguire le istruzioni con le relative tabelle dosaggio coloranti per tintura e esempi per coloranti tintura

Ogni barattolo contiene 250ml di liquido concentrato di colorante naturale.

Prima di procedere alla tintura il concentrato deve essere diluito in acqua in quantità diverse a seconda dell’intensità di colore chiara media scura che si vuole ottenere. Le percentuali di concentrato da diluire sono illustrate nella tabella dosaggio coloranti per tintura e vanno calcolate sulla quantità di acqua necessaria per il bagno di tintura. Prima di diluire il concentrato, è quindi consigliabile misurare la quantità di acqua in cui andremo immergere il materiale da tingere, in modo da poterne calcolare la percentuale.

ATTREZZATURA NECESSARIA

  • Piastre da cucina
  • bilancia da cucina
  • pentola in acciaio di media grande dimensione
  • pentolino di piccole dimensioni con coperchio
  • recipiente graduato
  • misurino o siringa da 60 ml
  • cucchiaio
  • termometro da cucina, bacinella
  • guanti
  • quaderno per appunti

PREPARAZIONE DEL BAGNO DI TINTURA

 

CALCOLARE l’ACQUA NECESSARIA PER IL BAGNO DI TINTURA

  • Disporre il materiale da tingere precedentemente bagnato in una pentola di dimensioni adeguate.
  • Servendosi di una caraffa graduata versare lentamente acqua a temperatura ambiente nella pentola, misurandone la quantità esatta, fino ad coprirlo completamente, raggiungendo un giusto rapporto tra quantità di acqua e volume del materiale. Le fibre/filati/tessuti devono potersi muovere agevolmente all’interno della pentola, ma senza eccesso di acqua, quanto basta per rimanere totalmente immerse senza galleggiare. Per facilitare il calcolo della quantità di acqua che si sta versando è consigliabile dosare e versare l’acqua in più volte e se necessario annotare su un foglio le quantità parziali.
  • Dopo aver riempito la pentola con il quantitativo di acqua necessaria, sommare le quantità aggiunte nei vari passaggi e calcolare il totale dell’acqua versata.
  • A questo punto rimuovere il materiale dalla pentola strizzandolo al suo interno e riporlo momentaneamente in una bacinella.

N.B. Mantenere le fibre/filati/tessuti completamente immersi nell’acqua è importante affinchè possano assorbire in modo omogeneo il colore, mentre evitare un eccesso di acqua permette, oltre a un risparmio dell’acqua stessa, di ottimizzare il processo di tintura.

ESEMPI: per tingere 100 gr di materiale sono necessari circa 1500 ml di acqua totale di bagno di tintura, per 200 gr di materiale sono necessari circa 2000 ml di acqua per 400 gr di materiale sono necessari circa 3000 ml di acqua.

CALCOLARE LA PERCENTUALE DI CONCENTRATO DA DILUIRE IN ACQUA

  • Verificare la percentuale di concentrato da utilizzare, a seconda dell’intensità di colore che si vuole ottenere, consultando la tabella dosaggio coloranti per tintura.
  • Calcolare la percentuale scelta sulla quantità di acqua presente nella pentola del bagno di tintura, precedentemente misurata.
  • Con un misurino o un recipiente graduato togliere dalla pentola precedentemente predisposta, una quantità di acqua pari alla percentuale di colorante calcolata, in modo che una volta versato il concentrato il totale dell’acqua del bagno di tintura rimanga inalterato.
  • Agitare bene il barattolo φhillacolor prima dell’uso e mescolare il prodotto.
  • Misurare la quantità di concentrato da utilizzare aiutandosi col misurino.
  • Versare la quantità di colorante misurata all’interno di un pentolino, coprire con un coperchio, mettere su una fonte di calore, scaldare a temperatura indicata nella tabella dosaggio coloranti e mantenere per un paio di minuti.

ESEMPI: per tingere con robbia colore medio 100 gr di materiale sono necessari circa 1500 ml di acqua totale di bagno di tintura, di cui 75 ml di concentrato di colore (ovvero il 5% del totale di acqua come da tabella) e 1425 ml di acqua;
per tingere con robbia colore medio 200 gr di materiale sono necessari circa 2000 ml di acqua totale di bagno di tintura, di cui 100 ml di concentrato di colore (ovvero il 5% del totale di acqua come da tabella) e 1900 ml di acqua;
per tingere con robbia colore medio 400 gr di materiale sono necessari circa 3000 ml di acqua totale di bagno di tintura, di cui 150 ml di concentrato di colore (ovvero il 5% del totale di acqua come da tabella) e 2850 ml di acqua
vedi tabella dosaggio coloranti per tintura e la tabella esempi per coloranti tintura.

PROCEDERE CON LA TINTURA

  • Mettere la pentola contenente l’acqua su una fonte di calore e portare a temperatura indicata nella tabella dosaggio.
  • Versare il concentrato di colore caldo e diluire mescolando con un cucchiaio di acciaio in modo che la tinta si disperda uniformemente nell’acqua.
  • Mantenere la temperatura costante per tutto il tempo del bagno.
  • Verificare che il materiale da tingere sia bagnato in modo uniforme e ben strizzato (se il materiale lo permette è consigliabile fare una breve centrifuga).
  • Immergere quindi le fibre/filati/tessuti nella pentola per il tempo indicato nella tabella dosaggio coloranti per tintura e in base alla tinta voluta. I tempi variano a seconda della tonalità chiara, media o scura che si vuole ottenere e a seconda del tipo della stoffa, per raggiungere la stessa tonalità è superiore il tempo di immersione per una stoffa pesante che per una stoffa leggera come la seta o la garza.
  • Di tanto in tanto mescolare per ottenere un colore il più possibile uniforme. Nel caso di campeggio, cocciniglia e curcuma, trattandosi di coloranti intensi, per ottenere un colore omogeneo, prestare particolare attenzione mescolando più frequentemente; se necessario (solo per questi colori) è possibile aumentare leggermente la quantità di acqua del bagno versando ulteriore acqua calda affinchè il materiale si muova più liberamente.
  • Una volta ottenuto il colore desiderato estrarre il materiale. Il bagno di tintura dovrebbe apparire molto leggero o quasi chiaro (esausto).
  • Lasciare prima asciugare il tessuto tinto e risciacquare dopo con acqua fredda. ( non asciugare con ferro da stiro ) 
  • Asciugare evitando il contatto con la luce solare, preferibilmente al buio.

NOTE
Per evitare sprechi di acqua e colore il bagno di tintura può essere riutilizzato più volte per non perdere eventuali residui di colore rimasti.
Una volta aperto il barattolo, conservare in frigo.
Per facilitare la pulizia dell’area di lavoro, rimuovere il più veloce possibile eventuali gocce di colorante fuoriuscite.
Per la vostra sicurezza durante la procedura di tintura è consigliabile utilizzare dei guanti a protezione termica, supervisionare sempre attentamente i bambini e tenere lontano gli animali domestici quando si maneggiano liquidi caldi.

CONSERVAZIONE E SOLIDITA’ DEI COLORI , MANUTENZIONE DEI TESSUTI/CAPI

Conservazione dei colori: I colori naturali Phillacolor , proprio perchè sono naturali non hanno ne additivi ne conservanti chimici , quindi hanno una scadenza riportata sul retro del barattolo,  i colori una volta aperti possono essere conservati per alcuni giorni in frigo o in un luogo fresco se vengono riutilizzati in un tempo breve, oppure possono essere congelati.

 

Per solidità del colore si intende il grado di resistenza di un colore sulla fibra, cioè la capacità di resistere all’azione di agenti esterni, non solo durante il lavaggio, ma anche nella vita quotidiana, come per sole, sudore, umidità.

Le solidità dei colori del nostro prodotto variano da 3 a 4 su 5.

Come manutenzione, si consiglia di:

  • effettuare un lavaggio a mano in acqua e sapone neutro (rapporto bagno/sapone 1/20) a una temperatura inferiore o uguale a 30°C
  • centrifugare a bassa velocità (ad esclusione di tessuti in feltro per cui è meglio evitare la centrifuga)
  • asciugare in piano
  • stirare senza vapore

Per i capi si consiglia di effettuare il lavaggio al rovescio e stirarli a diritto.