hello world!
0
Materie prime

Mais Nero

MAIZ MORADO O AZTECO

DESCRIZIONE

Il mais nero a differenza della gran parte del mais non è un OGM (ovvero Organismo Geneticamente Modificato), ma è un tipo di mais, così come quello rosso, purtroppo dimenticato e a rischio estinzione.
Il mais nero è nato dalla selezione di semi fatta dagli stessi Incas che cercavano di ottenere una pianta adatta alla coltivazione ad alta quota, resistente alle basse temperature e che potesse servire come colorante. Questa varietà era molto più resistente all’azione delle aflatossine, cioè micotossine prodotte dai funghi, note per le loro proprietà genotossiche e cancerogene.
Possiede antiossidanti, in particolare antociani, che le conferiscono questo colore (lo stesso antiossidante si trova nei frutti di bosco, melanzane, uva scura, bietola rossa, fiori della malva, arance, ciliegie, mele, fragole, pere). Più intenso è il colorito maggiore è la quantità di antociani. Cereale ricco di amido, contiene proteine vegetali non adatte alla panificazione (prive di glutine). Era il cereale delle 4 civiltà precolombiane Maya, Chibcha, Inca, Aztechi.

INDICAZIONI

Un mais dal colore insolito e dalle incredibili proprietà antiossidanti.
Chiamato Kculli (voce quechua) dalla popolazione andina è stato usato come alimento nell’antichità. Attualmente, nella stessa maniera degli antichi peruviani, si prepara anche una bibita a partire della pannocchia intera chiamata chicha morada. Con questo mais si prepara anche un dolce popolare chiamato mazamorra morada.
Questa forma o varietá del mais é stata usata dalla gente delle Ande per dare colore ad alimenti e bibite, qualcosa che il mondo industrializzato solo recentemente sta sfruttando.
Fino ad ora questi cereali sono stati propagandati come cibi con nutrienti superiori alla media per la nostra salute; questa tipologia di mais contiene infatti addirittura 4-5 volte più antociani dei mirtilli. Ed è anche ricco di polifenoli. Una combinazione che lo rende il cibo con il maggior potere antiossidante tra tutti i cereali e la frutta.

PROVENIENZA

Montagne della Valle d’Aosta (alta quota).

IMPIEGO

Il mais nero che ci arriva dal popolo Incas viene coltivato ancora oggi per le sue proprietà che aiutano chi soffre di problemi cardiovascolari, per le sue proprietà antiossidanti e antitumorali e come colorante alimentare e tessile.